martedì 29 gennaio 2013

ARSENICO, UNA CONFERENZA UTILE PER FARE CHIAREZZA SUL PROBLEMA


Organizzato dagli attivisti del Movimento 5 stelle di Tuscania, si è svolto domenica 27 gennaio, presso la sala conferenze Ex Chiesa Santa Croce, un incontro con i cittadini sul tema “arsenico nell’acqua pubblica”.

Dott.ssa Antonella Litta
La giornata di approfondimento si è aperta con la relazione medico-scientifica della dottoressa Antonella Litta, referente per l’Alto Lazio dell’Associazione Italiana Medici per l’Ambiente, da sempre in prima linea in difesa della salute del cittadino e dell’ambiente che ci circonda.

La dottoressa ha innanzitutto affrontato le cause di questa problematica che interessa gran parte dei  territori dell’Alto Lazio sottolineando che è vero che l’arsenico è naturalmente presente nei nostri territori ma è con lo sfrenato sviluppo degli ultimi 100 anni che si è avuto un aumento della concentrazione di tale elemento nocivo nelle acque. Nel corso del suo intervento, seguito con grande partecipazione ed attenzione dai cittadini presenti in sala, la dottoressa ha illustrato quanto ormai documentato  dalla comunità scientifica internazionale ovvero che : “ l’arsenico è classificato dall’Agenzia internazionale di ricerca sul cancro (I.A.R.C.)  come elemento cancerogeno certo di classe 1 e posto in diretta correlazione con  molte patologie oncologiche e in particolare con il tumore del polmone, della vescica, del rene e della cute; una consistente documentazione scientifica lo correla anche  ai tumori del fegato e del colon. E che  l’assunzione cronica di  questo elemento, è  indicata anche quale responsabile di  patologie cardiovascolari, neurologiche, diabete di tipo 2, lesioni cutanee, disturbi respiratori, disturbi della sfera riproduttiva e malattie ematologiche".
Al termine della relazione la dottoressa Litta ha risposto alle numerose domande del pubblico presente, che si è dimostrato molto attento alla problematica manifestando il desiderio di avere un quadro completo della situazione.

Silvia Blasi
Domande che hanno ricevuto ulteriori risposte negli interventi, successivi alla relazione, di alcuni attivisti del Movimento 5 Stelle della Tuscia. In particolare è intervenuta Silvia Blasi, candidata portavoce alle prossime elezioni regionali che ha posto l’attenzione dei presenti sulla totale assenza di informazione delle istituzioni nei confronti dei cittadini e sulla mancanza, in questi anni, di una programmazione dei lavori che avrebbero dovuto portare alla risoluzione del problema.

Davide Barillari
Al termine della giornata è intervenuto anche Davide Barillari, candidato-portavoce alla presidenza della Regione Lazio per il Movimento Cinque Stelle, che è voluto essere presente all’assemblea pubblica per approfondire e conoscere meglio un problema che tocca quotidianamente quasi tutto il viterbese.



Gli attivisti del Movimento 5 stelle di Tuscania con l’occasione vogliono ringraziare tutti i cittadini accorsi a questo primo evento, organizzato per portare quell’informazione basilare che rende un cittadino consapevole e attento alle problematiche locali.




giovedì 24 gennaio 2013

CONFERENZA “ARSENICO NELL’ACQUA PUBBLICA”




Gli attivisti del Movimento 5 stelle di Tuscania hanno organizzato per Domenica 27 Gennaio alle ore 16.30, presso la sala conferenze Ex-Chiesa di Santa Croce, una conferenza dal titolo "Arsenico nell’acqua pubblica" per approfondire e discutere la grave situazione venutasi a creare anche nelle case dei cittadini tuscanesi.

Infatti, dal primo Gennaio, scaduta l’ennesima e ultima deroga concessa dall’Unione Europea, Tuscania come ben altri 55 paesi del Lazio si ritrova con un’acqua non più potabile, che non può essere usata neanche per cucinare e lavarsi i denti. Alla conferenza interverrà la Dott.ssa Antonella Litta, referente per l’Alto Lazio dell’Associazione Italiana Medici per l’Ambiente, autrice (insieme a Gianni Ghirga e Mauro Mocci) del documento "L’arsenico nelle acque destinate al consumo umano nell’Alto Lazio".

martedì 22 gennaio 2013

CERCASI RAPPRESENTANTI DI LISTA


Per il prossimo appuntamento elettorale del 24 e 25 Febbraio 2013, cerchiamo per Tuscania Rappresentanti di Lista del Movimento 5 Stelle disposti ad aiutarci e ad assicurare, per quanto possibile, un buon andamento delle votazioni sia nella fase dell'espressione del voto che in quella dello scrutinio.

La funzione del RdL è fondamentale, specie durante la fase di spoglio delle schede elettorali, in particolare quando, per alcuni casi di compilazione non chiara, è necessario dover interpretare/garantire la volontà dell'elettore al fine di evitare annullamento del voto e/o della stessa scheda.

Quali sono i compiti del rappresentante di lista?
- Cura essenzialmente gli interessi di un soggetto politico che si presenta alle elezioni, vigilando che tutte le operazioni di voto al seggio si svolgano in maniera regolare, conformi alla legge e non penalizzanti per la propria lista di candidati; se ritenuto necessario, fa mettere a verbale al presidente del seggio le eventuali irregolarità riscontrate.
Può assistere a tutte le operazioni relative al voto, dalla preparazione del seggio (il Sabato 23) fino alla fine delle operazioni di spoglio dei voti (il Lunedì 25). Non c'è un obbligo ad assistere a tutte le operazioni ma è ovviamente essenziale assistere alle operazioni di scrutinio dei voti, ossia lo spoglio delle schede e la trascrizione dei risultati elettorali.
E' inoltre importante sapere che:
- per i cittadini che svolgono la funzione di RdL e che sono lavoratori dipendenti c'è la possibilità di usufruire di permessi retribuiti: i permessi elettorali. Il presidente di seggio rilascerà l'apposita certificazione da consegnare al proprio datore di lavoro.
- I lavoratori incaricati a svolgere le funzioni elettorali hanno il diritto di assentarsi per tutta la durata delle operazioni elettorali, di preparazione al voto, di voto e di scrutino, quindi da Sabato 23 a Lunedì 25 (per i seggi che protraggono le operazioni di scrutino oltre la mezzanotte di lunedì, verrà considerata anche la giornata di martedì).
- L'assenza del lavoratore per l'esercizio delle funzioni elettorali viene considerata come attività lavorativa a tutti gli effetti, ed i lavoratori dipendenti hanno diritto al pagamento della retribuzione nei giorni di permesso elettorale ed a riposi compensativi.
- E' previsto un incontro formativo, prima della competizione elettorale, con data e luogo da stabilire. Per chi non potrà partecipare verranno fornite istruzioni dettagliate tramite posta elettronica.
Pertanto, se volete dare la vostra disponibilità, compilate questo form, oppure contattateci via mail per ulteriori informazioni.
Facciamo tutti uno sforzo per contribuire in prima persona alla riuscita del rinnovamento proposto dal MoVimento. Il cambiamento è alle porte, ma affinché si concretizzi è indispensabile anche la vostra partecipazione!

giovedì 17 gennaio 2013

BANCHETTI INFORMATIVI SUL PROBLEMA DELL’ARSENICO NELLE NOSTRE ACQUE


Domenica 20 e Venerdi 25 saremo in Viale Volontari del Sangue per fare dei banchetti informativi sul tema dell’arsenico. Sarà un modo per fare chiarezza in merito all’ordinanza sindacale 177/2012, che a molti è apparsa abbastanza confusionaria (per primi l’avevamo fatto notare in questo articolo).  
Infatti dal primo Gennaio, scaduta l’ennesima e ultima deroga concessa dall’Unione Europea, Tuscania come ben altri 56 paesi del Lazio si ritrova con un’acqua non più potabile che non può essere usata neanche per cucinare e per lavarsi i denti. Diffonderemo, a chi interessato, del materiale informativo riguardante sia gli usi che attualmente si possono fare con la nostra acqua, sia la conferenza con la Dott.ssa Antonella Litta organizzata per domenica 27 Gennaio.
Affronteremo anche il tema caldo della riduzione delle bollette e faremo un report sulle iniziative risarcitorie che si stanno attuando nelle varie realtà locali.

Sarà un modo per conoscerci e magari, per chi lo desidera, entrare a far parte del Movimento 5 Stelle di Tuscania. Ricordiamo infatti che chiunque può entrare a far parte del gruppo e portare il suo contributo di idee, esperienze e competenze.

Vi aspettiamo!

domenica 13 gennaio 2013

PARTECIPA AL PROGRAMMA M5S LAZIO




L'obiettivo del moVimento 5 Stelle e' che i cittadini possano governare direttamente le proprie istituzioni.
Per essere noi stessi a decidere quali solo le reali priorita' attuali e quali saranno gli impegni una volta al governo, il programma elettorale deve essere costruito direttamente da ognuno di noi: cioe' un programma aperto e partecipato da tutti i cittadini del Lazio.
Fin dalla scorsa estate il moVimento 5 Stelle ha costituito tavoli di lavoro regionali aperti a tutti i cittadini. 
Insieme abbiamo lavorato a lungo in tantissime riunioni periodiche dedicate alle tematiche: SALUTE, AMBIENTE, MOBILITA', ECONOMIA, ISTRUZIONE, LEGALITA' e CONNETTIVITA'.
Oltre alle tradizionali riunioni fra i cittadini, abbiamo utilizzato anche la potenza di internet per raccogliere idee:
Liquid Feedback, uno strumento di democrazia liquida che sviluppa l'intelligenza collettiva, ci ha permesso di elaborare grazie alla rete le migliori proposte da inserire nel programma regionale del MoVimento 5 Stelle. Centinaia di cittadini hanno sperimentato in questo modo, e per la prima volta nel Lazio, la democrazia digitale...proponendo idee, migliorandole insieme e poi votando le migliori.
Tavoli di lavoro tematici + potenza della rete: questo percorso profondamente aperto e partecipato dal basso ci ha portato alla nostra proposta di programma elettorale per la Regione Lazio.
Oggi il risultato di questo lungo lavoro viene condiviso in rete e messo a disposizione di tutti i cittadini, per un ulteriore passaggio fondamentale.
Il programma partecipato e' online al sito www.lazio5stelle.net

giovedì 3 gennaio 2013

ANCHE L’ACQUA DI TUSCANIA NON E’ PIU’ POTABILE


Dal primo Gennaio 2013, l'acqua di Tuscania è ufficialmente non potabile.
Infatti, il 31 Dicembre 2012 è scaduta l’ultima deroga che consentiva ai comuni di erogare acqua con livelli di arsenico superiore a 10 μg/l. Quindi il cerchio delle deroghe europee, concesse per più di 10 anni alle amministrazioni per mettersi in regola, si è chiuso con l’ordinanza di non potabilità del Sindaco.
Ovviamente in tutto questo tempo poco o nulla è stato fatto.
Ringraziamo di questo regalino lo Stato, che in seguito ha demandato l’emergenza alla Regione Lazio nominando la Polverini Commissario Straordinario, la Provincia ed infine il nostro Comune.
Sperando che oltre al danno non ci sia anche la beffa delle famose multe di € 300.000 al giorno inflitte dalla UE a tutti i comuni “fuorilegge” di cui recentemente hanno parlato i Verdi.

Quindi nonostante i proclami e le false promesse di politici di ogni fazione che ci hanno accompagnato per una decade ci ritroviamo con un’acqua non potabile ma che continuiamo a pagare come se lo fosse.