giovedì 27 febbraio 2014

ELEZIONI AMMINISTRATIVE, "ALLE PAROLE PREFERIAMO I FATTI"


Gli attivisti del M5S di Tuscania fanno un bilancio del lavoro svolto fino ad oggi e comunicano le future iniziative in vista della campagna elettorale per le imminenti elezioni amministrative.

In questi 2 anni - spiega l’attuale portavoce dei 5 stelle, Fabio Rossi - abbiamo portato avanti una continua e mirata campagna di informazione, trasparenza e controllo sull'amministrazione comunale, nonostante non sedessimo in consiglio comunale. Tutto questo senza mai tralasciare l'azione propositiva e avanzando validi suggerimenti per la riduzione dei costi della macchina comunale, l’ottimizzazione del personale, l’incentivazione della raccolta differenziata, dell'agricoltura, del turismo, del commercio e dell'artigianato.
Da questa lunga ed intensa attività sono nati diversi progetti per Tuscania, che faranno parte del nostro Programma amministrativo per le prossime elezioni comunali di maggio. Progetti e linee guida che abbiamo pensato di racchiudere in un manifesto politico, denominato Carta di Tuscania, che diffonderemo tramite il web e, a partire da questo fine settimana, in piazza; in esso sono indicati gli obiettivi da raggiungere ed alcune proposte per la loro attuazione. Siamo stanchi di chiacchiere, accordi, inciuci e porta voti. Vogliamo mettere al primo posto le idee e i fatti concreti. Su questi cerchiamo la collaborazione di tutti i tuscanesi, consapevoli che l’unico modo per cambiare le sorti del nostro paese sia quello di partecipare in prima persona”.

Le liste amministrative del M5S sono a tutti gli effetti delle liste civiche, il cui scopo è amalgamare e mettere in condivisione le risorse umane del proprio territorio. Chiunque fosse interessato a partecipare attivamente o a saperne di più potrà incontrare gli attivisti domenica 2 marzo, dalle ore 10, in Viale Volontari del Sangue.

domenica 16 febbraio 2014

MIGLIORIAMO LA QUALITA' DELLA VITA DELLA NOSTRA COMUNITA': QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE

Nell’ottica di una politica che guarda all’interesse del bene comune, un ruolo ritenuto da noi fondamentale è la qualità della vita della nostra comunità. Il grado della qualità della vita di un paese si misura, oltre che dai servizi che l’ente fornisce e dal livello dei vari inquinamenti, anche dal grado di salute, soddisfazione e felicità percepito dagli abitanti. Per questo importanti sono la sicurezza e la consapevolezza dei rischi che la stessa comunità corre quotidianamente.

Uno dei rischi a parer nostro, e non solo, più diffusi a Tuscania è quello delle dipendenze (alcol, droghe, gioco d’azzardo). Sono storia recente i numerosi arresti effettuati nel nostro territorio dai Carabinieri che hanno fermato considerevoli traffici di stupefacenti. Ciò è segno tangibile di un ruolo non per niente superficiale del nostro paese nelle diverse arterie di traffico illecito nella Tuscia.

Sul tema delle droghe e delle varie dipendenze è mancata e manca tutt’ora una seria politica locale di sensibilizzazione e prevenzione. Le uniche azioni di informazione sono giunte dall’associazionismo locale. Negli ultimi anni l’associazione La Chiocciola ha organizzato due incontri, a cui hanno partecipato anche le forze dell’ordine, per descrivere ed analizzare i dati della realtà locale e per fornire validi strumenti di prevenzione e protezione. Proprio in quelle occasioni è uscito fuori un quadro assai allarmante, una situazione percepita e percepibile da chiunque giri per le nostre vie.

Quadro ancor di più rafforzato e messo nero su bianco dai rapporti annuali della Regione Lazio: dopo  la conflittualità intrafamiliare indicata dal 61,7%, le forme di disagio minorile più diffuse secondo le persone operanti nel sociale sono la droga e l’alcolismo con il 38%. Analizzando i dati delle dipendenze, oltre il 73% dichiara che le droghe leggere sono molto presenti nel nostro territorio, così come l’alcolismo per oltre il 63,5%, mentre è il 14% circa a parlare della intensa presenza delle dipendenze da gioco.

Proprio questo insieme di fattori ci ha spinto ad analizzare la problematica a Tuscania, dopo aver ascoltato ed esserci confrontati con i soggetti che operando nel sociale hanno a che fare quotidianamente con le dipendenze. Per avere un quadro quanto più completo, e soprattutto tastare la consapevolezza dei tuscanesi, abbiamo redatto questo semplice questionario, totalmente anonimo, che ci servirà anche per ricevere suggerimenti e proposte da quelle persone che hanno a cuore la qualità della vita e il benessere della propria comunità.


Ringraziamo chi vorrà dedicare 5 minuti del proprio tempo per delle questioni che, se non vanno affrontate con decisione e progettualità a medio termine, rischiano di degenerare sempre più.