sabato 16 maggio 2015

ASSEMBLEA GENERALE M5S LUNEDI 18 MAGGIO‏


Lunedì 18 Maggio alle ore 21,15 presso Piazza Matteotti, 22 si terrà l’assemblea pubblica del M5S di Tuscania. Sarà un'ottima occasione per parlare della nostra città e dei temi trattati fin qui in Consiglio Comunale. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare per sollevare criticità, problematiche del territorio e cercare di trovare una soluzione condivisa.
Sono graditi consigli per migliorare la propria attività e soprattutto voglia di informarsi ed attivarsi in prima persona per il bene della propria cittadina.

VI ASPETTIAMO!

venerdì 8 maggio 2015

DOPPIA INTERROGAZIONE SU COMMERCIO AREE PUBBLICHE E MERCATO

Aiutiamo l’economia locale ma rispettando le regole e garantendo le stesse possibilità a tutti.


Il Movimento 5 Stelle ha presentato negli scorsi giorni 2 diverse interrogazioni al Sindaco e alla Giunta per richiamare al rispetto delle regole e alle pari opportunità per quanto riguarda il commercio su aree pubbliche.
La legge di riferimento, in questo caso, è la L.R. Lazio n°33 del 1999 la quale specifica che:

“Il commercio su aree pubbliche può essere esercitato:
a) su posteggi dati in concessione per dieci anni, rinnovabile;
b) in forma esclusivamente itinerante su qualsiasi area, ad eccezione delle aree vietate dal Comune ai sensi dellarticolo 28, comma 16 del d.lgs.114/1998

Nella prima interrogazione (potete leggerla QUI) si fa riferimento all’istituzione, per un periodo limitato di tre mesi, decorrenti dalla data del delibera di Giunta n° 101 del 29.04.2015 di due posteggi isolati su area pubblica in Piazza dei Bersaglieri e in Strada Santa Maria. Infatti la procedura eseguita per il rilascio dell’ Autorizzazione all’operatore commerciale in P.le dei Bersaglieri, contrasta nettamente con la norma dettata dalla L.33/99, la quale obbliga i Comuni a comunicare periodicamente alla Regione il numero e le caratteristiche dei posteggi disponibili per l’esercizio del commercio su aree pubbliche al fine di assegnarle in concessione, tramite “bando pubblico”.

Siamo a favore dello sviluppo economico di Tuscania dichiarano i 5 stelle - ma a patto che vada di pari passo con la legalità e il rispetto delle regole da parte di tutti: cittadini ed istituzioni. La normativa regionale è talmente chiara e vincolante da non lasciare alibi.

Il rispetto delle regole è alla base anche della seconda interrogazione (potete leggerla QUI)  che si occupa del mercato settimanale del venerdì e della poca chiarezza alla base delle assegnazioni dei posteggi. Vi sono inoltre dei richiami volti a favorire i produttori locali e quindi lo sviluppo dell’economia tuscanese.
  
Auspichiamo – conclude il M5S - delle sollecite risposte e dei chiarimenti da parte dell’Amministrazione su questi 2 importanti temi che destano un notevole e giusto interesse da parte dei tuscanesi


lunedì 4 maggio 2015

IL TRASPORTO DIALIZZATI DEVE ESSERE RIATTIVATO AL PIU’ PRESTO

È la stessa Regione Lazio ad incentivare i comuni ad erogare questo fondamentale servizio tanto più visti gli importanti investimenti fatti negli anni dal Comune di Tuscania.


Torniamo ad occuparci della sospensione, da ormai più di 2 mesi, del servizio di trasporto per disabili ed emodializzati. In seguito alla nostra interrogazione di febbraio abbiamo ricevuto una risposta ufficiale da parte del delegato ai servizi sociali Camilla Save (che potete leggere QUI) che ci lascia molti dubbi e perplessità. Punti che abbiamo enunciato in una contro risposta protocollata in data 21/04/2015.

Ciò che ci lascia perplessi sono principalmente le motivazioni, a causa delle quali, l’Amministrazione Comunale vorrebbe esternalizzare il servizio. Innanzitutto la delegata ai servizi sociali motiva con l’impossibilità di ottenere i rimborsi riconosciuti dall’Asl a favore del Comune come uno degli aspetti critici della gestione del servizio. Come abbiamo fatto notare però, tale affermazione è in netto contrasto sia con la normativa vigente, che con la prassi che vede moltissimi Enti Locali erogare questo importantissimo servizio. In particolare ci riferiamo al Decreto del Commissario ad Acta n. 441 del 22 dicembre 2014 con il quale la Regione Lazio dà un forte indirizzo, volto ad incentivare la partecipazione delle Amministrazioni locali all’attività di trasporto dei dializzati, mediante anche la corresponsione dei dovuti rimborsi economici.

A ciò si aggiunge il danno indiretto per le casse comunali visti gli investimenti negli anni che hanno portato il nostro Comune a dotarsi di un veicolo speciale, allestito per il trasporto soggetti diversamente abili, per la cifra di € 24.865,00. Soldi della comunità tuscanese che dovevano servire a ridare in cambio un servizio essenziale ai soggetti deboli e svantaggiati.
Per questo, a fronte dell’investimento fatto e del grado di soddisfazione dei fruitori del servizio, è necessario un deciso ripensamento nell’affidare a soggetti esterni tale compito.

Chiediamo inoltre  la celere riattivazione  del servizio di trasporto ai soggetti bisognosi, perché crediamo che tenere inutilizzato e alle intemperie per mesi un veicolo attrezzato, con tutte le annesse spese di copertura assicurativa, sia un pugno allo stomaco sia per i nostri concittadini bisognosi del servizio, che per tutte quelle realtà locali che sono magari costrette ad esternalizzare il servizio per mancanza dei mezzi di trasporto consoni.