domenica 22 novembre 2015

CONSIGLIO COMUNALE DEL 23 NOVEMBRE: IN DISCUSSIONE 4 MOZIONI M5S


Lunedì 23 novembre, alle ore 18:30, in Consiglio Comunale il Movimento 5 Stelle di Tuscania, rappresentato dal consigliere Fabio Rossi, presenterà quattro mozioni protocollate nei mesi precedenti.

“La prima mozione – spiegano i 5 stelle – fu presentata lo scorso aprile e riguarda la possibilità di aderire al Patto dei Sindaci, cioè un accordo volto al risparmio e all’efficientamento energetico, permettendo varie possibilità di accedere ai finanziamenti europei.
La seconda mozione ha l’obiettivo di modificare il regolamento dell’area mercatale, che risale agli anni ‘80 ed è ormai obsoleto rispetto alle varie normative attuali. È doverosa perciò una rivisitazione di questa regolamentazione a tutela anche dei consumatori, della libera concorrenza degli operatori e della valorizzazione delle realtà commerciali locali.
La terza mozione è finalizzata all’installazione di eco-compattatori sul territorio comunale, in grado di rilasciare buoni sconto ai tuscanesi, in cambio del conferimento di plastica e alluminio. Una proposta che potrebbe generare diversi benefici economici ed ambientali ai cittadini, alle attività commerciali e al Comune stesso che potrebbe così intraprendere un circuito virtuoso del riciclo del rifiuto.
La quarta mozione, infine, ha come oggetto la richiesta di istituire anche a Tuscania, il cosiddetto baratto amministrativo, che si pone l’obiettivo di ridare dignità a tutti coloro che spesso si trovano ad essere indicati come morosi nei riguardi del Comune, magari per cause indipendenti dalla loro volontà. Questo strumento è stato già approvato in moltissime altre città italiane (tra cui Viterbo grazie ad una mozione a firma M5S), e necessita, per una totale efficacia, di un regolamento quanto più puntuale e restrittivo possibile in grado di selezionare la tipologia di morosità da andare a sanare, tutelare al massimo la dignità dei fruitori e i servizi comunali da far esercitare. Proprio per questi motivi, vogliamo ripetere l’esperimento di partecipazione attiva fatto per il regolamento antenne, che ha dato ottimi risultati. Mettiamo a disposizione la nostra bozza di regolamento (puoi leggerla e scaricarla qui) per permettere a tutti di leggerla e fare le necessarie osservazioni e integrazioni (da inviare a tuscania5stelle@gmail.com), che verranno recepite contribuendo alla stesura del testo definitivo da portare in commissione, a seguito dell’approvazione della mozione, che auspichiamo.

Pertanto – conclude il M5S – è importante che al Consiglio Comunale di lunedì 23 novembre partecipino quanti più tuscanesi possibili, ricordiamo che le sedute sono aperte al pubblico”.

sabato 21 novembre 2015

ASSEMBLEA PUBBLICA M5S TUSCANIA 30 novembre 2015


Il M5S Tuscania invita la cittadinanza all'assemblea pubblica che si terrà presso la sede di Piazza Matteotti, 22 alle ore 20.45.
Sarà l'occasione per condividere soluzioni ed idee sulle tante problematiche della città.
Saranno presenti il nostro Portavoce Comunale Fabio Rossi e il Deputato Massimiliano Bernini con i quali parleremo delle azioni portate avanti a Tuscania e in Parlamento e soprattutto raccogliere suggerimenti e proposte dai tuscanesi.


Vi aspettiamo.

giovedì 19 novembre 2015

CIMITERO: CONCESSIONI E TRIBUTI, I CITTADINI CHIEDONO CHIAREZZA


La maggioranza continua a chiedere soldi (tanti e subito)alle famiglie di Tuscania, ma non dà risposte, né ai cittadini, né al Movimento 5 Stelle.

Da tempo seguiamo come gruppo la vicenda del Cimitero e delle relative concessioni dei loculi. Presentammo a tal riguardo, lo scorso 6 giugno, un'interrogazione (potete leggerla quiper avere spiegazioni sull'operazione messa in atto dall'attuale maggioranza. Va detto anche che, altre centinaia di cittadini si attivarono e presero posizione sottoscrivendo una raccolta firme sottoposta all'attenzione del Sindaco. Purtroppo però, nessuno della Giunta Bartolacci si è degnato di dare alcuna risposta nonostante che per legge avrebbero dovuto farlo entro lo scorso 6 luglio.

 
Visto perciò che chi governa Tuscania ha ignorato totalmente tali richieste per oltre 5 mesi ed ha lasciato che rimanessero ignoti anche i principi seguiti per mettere in atto questa operazione di riscossione, il M5S si è attivato per ottenere le doverose risposte tramite una richiesta di "accesso atti" che, in caso di un ulteriore mancato riscontro da parte degli uffici, ci vedrebbe costretti a rivolgerci alla magistratura.

 
Nel frattempo, i tuscanesi continuano a ricevere lettere che intimano a pagare cifre considerevoli in tempi brevissimi, imponendo modalità che nemmeno la famigerata EQUITALIA si sognerebbe di pretendere.

 
E' poi paradossale che il cittadino, al quale l'Amministrazione Comunale richiede un tributo ed il rispetto delle regole, non veda citati con esattezza gli estremi e gli elementi caratteristici della documentazione che si ritiene in scadenza o scaduta, né riceve indicazioni per rintracciare la documentazione stessa.

 
In attesa che il Sindaco risponda alle molte domande poste, si confida in una adeguata presa di coscienza dei cittadini, che non devono essere costretti ad accettare senza battere ciglio queste ulteriori rilevanti spese, a fronte di generiche richieste e, senza ricevere alcuna adeguata giustificazione da parte degli uffici competenti.

Per tali ragioni ci faremo promotori di ogni iniziativa atta a tutelare le richieste delle famiglie tuscanesi e a tal riguardo invitiamo tutti gli aventi diritto, a scaricare due copie del modulo che il blog Toscanella.it ha messo online (lo trovate qui) compilarlo in ogni sua parte, firmarlo e consegnarlo: una copia all'ufficio protocollo e l'altra tenerla come ricevuta con timbro da far apporre dal dipendente comunale.

 
Con l'occasione informiamo che venerdì 20 novembre, dalle 09.00, il Movimento 5 Stelle sarà presente con un banchetto informativo all'imbocco di Viale Volontari del sangue, per fornire ulteriori informazioni ai cittadini, ascoltare le loro richieste e ricevere le indicazioni che ognuno vorrà suggerire, per rendere più "umano" un servizio che riguarda un tema così delicato.

martedì 3 novembre 2015

M5S TUSCANIA PROPONE GLI ECO-COMPATTATORI

Il Movimento 5 Stelle di Tuscania continua ad essere proposta, oltre che costante forza politica di controllo e trasparenza all’interno dei lavori della macchina comunale.
Per farlo continua a seguire ciò per cui gli elettori lo hanno votato alle amministrative dell’anno scorso: il programma amministrativo.
Infatti, è stata presentata in data 29 ottobre una mozione (puoi leggerla qui), che dovrà essere messa all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale, finalizzata all’installazione di eco-compattatori sul territorio comunale in grado di rilasciare buoni sconto ai tuscanesi in cambio del conferimento di plastica e alluminio.

Gli eco compattatori sono dei piccoli contenitori automatici, collocabili ovunque e di dimensioni contenute, che differenziano e comprimono i volumi del materiale conferito da 5 a 20 volte. Rappresentano una tecnologia amica dell’ambiente, il cui utilizzo concorre all’obiettivo “rifiuti zero”, che da sempre contraddistingue l’azione del Movimento 5 stelle. Obiettivo rispetto al quale Tuscania si trova anni luce indietro, dato che un progetto integrato di raccolta differenziata ancora non è partito, e che i livelli di differenziazione dei rifiuti sono molto bassi rispetto gli obiettivi imposti a livello comunitario.
Gli eco compattatori rappresentano un primo passo verso la valorizzazione del rifiuto come risorsa e vengono sempre più adottati dalle amministrazioni comunali per incentivare ed aumentare la percentuale di raccolta differenziata. Ne è un esempio la città di Pomezia, non a caso amministrata dal Sindaco M5S Fabio Fucci, che ha adottato lo stesso provvedimento con grande soddisfazione da parte dei cittadini, che possono conferire agli eco compattatori bottiglie di plastica e lattine di alluminio, ottenendo in cambio  dei coupon o buoni sconto utilizzabili presso esercizi commerciali convenzionati.

L’operazione da noi proposta – sottolinea il portavoce comunale Fabio Rossi – genererebbe diversi benefici economici in quanto il Comune otterrebbe i  ricavi dalla vendita degli scarti raccolti, le attività commerciali convenzionate avrebbero ritorni economici con la fidelizzazione della clientela, ed i cittadini usufruirebbero di sconti e di un ambiente più pulito.
Ci auguriamo che non prevalgano sterili logiche di schieramento e, per una volta, si faccia un passo verso la direzione di un servizio socialmente ed eticamente utile, senza badare ai “ritorni elettorali” di questa iniziativa”.